Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Corso di formazione su OpenOffice.org rivolto ai dipendenti del Comune di Racale che con atto di giunta 221 del 05/12/2011 decide di migrare gradualmente al Software Libero ed OpenSource.

L'associazione Salento Open Source ha curato la fase di installazione di OpenOffice.org su 30 PC del Comune e realizzato il 1° corso di formazione su OpenOffice.org.

In seguito all'atto di Giunta comunale221 del 05/12/2011 il Comune di Racale ha deliberato il passaggio gratuito e graduale dal Software Microsoft Office all'omologo libero OpenOffice.org.

Pertanto in data 26 marzo 2011 l'associazione Salento Open Source ha effettuato l'installazione e configurazione del software OpenOffice.org su ogni PC del Comune.

In questo modo si ottiene, non solo un risparmio economico, derivante dal costo nullo delle licenze del software libero (in maggior parte gratuite e con licenze GPL, Generic Public Licence) ma a prescindere dalle implicazioni sociali, anche altri numerosi vantaggi rispetto al software proprietario:

  • essendo possibile modificare liberamente il software, è possibile personalizzarlo ed adattarlo alla proprie esigenze
  • il codice sorgente è sottoposto ad una revisione da parte di moltissime persone, pertanto è più difficile che contenga bachi e malfunzionamenti. In ogni caso, è sempre possibile per chiunque tenere un indice pubblico dei problemi, in modo che gli utenti li conoscano
  • se viene scoperto un baco o una falla di sicurezza, la sua correzione di solito è molto rapida
  • essendo il sorgente liberamente consultabile, è molto difficile inserire intenzionalmente nel software backdoor, cavalli di Troia o spyware senza che questi vengano prontamente scoperti ed eliminati, come invece è accaduto per alcune applicazioni commerciali (ad esempio il caso del database Firebird della Borland che conteneva una backdoor scoperta quando di tale software sono stati pubblicati i sorgenti)
  • non esistendo standard proprietari, le cui specifiche sono normalmente segrete, è molto più facile costruire software interoperabile
  • permettere a chiunque di modificare i sorgenti garantisce che ogni nuova funzionalità o copertura di un baco possa essere proposta da chiunque e immediatamente applicata dagli sviluppatori. Questo permette di avere rapidamente a disposizione un software che rispetta le esigenze di chi ha richiesto le modifiche in caso di necessità
  • la complessità e le dimensioni di alcune applicazioni di software libero (ad esempio, dei sistemi operativi) è tale che è necessario il supporto commerciale di un'azienda; il software libero si presta a creare nuove opportunità di business locale nel campo della formazione e del supporto, oltre che della eventuale personalizzazione del software.
  • collaborando con sviluppatori volontari e utilizzando il lavoro della comunità, anche le piccole e medie imprese sono in grado di sviluppare e vendere prodotti di alta qualità, senza dover ampliare il loro organico.